Destra o Sinistra: Misuriamoli!


Per esemplificare, direi che oggi la destra considera la democrazia italiana insufficiente, perché non consente al potere legittimato dal voto di farsi potere supremo, in nome della “unzione sacra” rappresentata dal suffragio popolare.
La sinistra invece, se fosse possibile considerarla unitariamente, considera la nostra democrazia debole per ragioni esattamente opposte, vale a dire perché si lascia troppo facilmente deformare a vantaggio del vincitore delle elezioni. I bilanciamenti, i controlli, le garanzie di fronte allo strapotere legittimato dal voto stentano a dispiegarsi come dovrebbero. Insomma la democrazia italiana non soddisfa chi le chiede troppo, mentre delude chi già crede che abbia concesso molto più del dovuto al più forte.
Ezio Mauro, dal libro “La Felicita’ della Democrazia” di E. Mauro e G. Zagrebelsky – Laterza 2011

Dall’analisi di E. Mauro, sembra che la nostra democrazia non faccia felice proprio nessuno…Troppo forte per gli uni troppo debole per gli altri, inadeguata per noi cittadini.
Il problema qual’e’? Cos’e’ quella cosa che tutti sanno ma che nessuno ha il coraggio di dire?

A mio avviso e’ finito, causa i recenti eventi che ci hanno trascinato in una crisi senza precedenti, il tempo in cui si giocava a rimpiattino con le parole, con la morale e con le promesse.

Abbiamo bisogno di risultati, risultati concreti, misurabili. Ora. La Nostra Democrazia non e’ ne’ forte ne’ debole e’ solo vittima della noncuranza dei suoi cittadini, di destra e di sinistra, preda dei populismi sfrenati e mai pronti a valutare e misurare i risultati di chi hanno eletto.

Viviamo in un mondo in cui tutti siamo misurati, nel nostro lavoro, nei nostri comportamenti. Piu’ crescono le nostre responsabilita’ e piu’ siamo in tutti i modi valutati e misurati. Gli unici a sfuggire a questa norma e a non esserlo sono i nostri governi. Possono promettere e non mantenere, possono invocare scuse improbabili, possono abusare dei beni pubblici, e non possono essere, in alcun modo, misurati.
Uniamo questa strana cartteristica della nostra classe politica alla presunzione di moralita’ e di capacita’, di cui abbiamo parlato a proposito dei paradossi della politica, e immediatamente ci appare chiara la causa del disastro Italiano e del declino generalizzato delle Democrazie occidentali. In ultima analisi la funzione di governance della nostra Nazione finisce in mano a soggetti che millantano capacita’ di leadership e di esecuzione nascondendosi dietro l’impossibilita’ da parte dei cittadini di misurare compiutamente il loro operato.
Vale la pena fare alcune precisazioni sul concetto di misurazione, su come esso va inteso in questo contesto.

La misurazione non e’ una valutazione soggettiva, ma una rilevazione oggettiva dei fatti operata tramite confronto con una misura base certa.

Tutti possiamo infatti valutare l’operato dei nostri governi e avere una visione soggettiva dei risultati ottenuti, la quale concorre a formare la nostra opinione sul successo o sul fallimento dell’azione governativa. Ben altra cosa e’ avere una misura oggettiva, rispetto ad un parametro di riferimento, dei risultati raggiunti. Tale misura e’ per sua natura non ripudiabile e sancisce in maniera neutra ed incontrovertibile il successo o il fallimento dell’operato di un governo.

In questa differenza, nelle sue pieghe, si annida la malafede di chi, eletto democraticamente, abusa della sua posizione e dei suoi poteri, forte, della impossibilita’, da parte dei cittadini, di emettere un verdetto definitivo sul suo operato.

La Democrazia e’ un ottima forma di governo e va preservata con tutte le nostre forze, molti sono pero’ i difetti che derivano dalle architetture istituzionali (per usare un lessico caro a G. Sartori) che ad essa si ispirano. Il difetto non sta dunque nell’idea di democrazia, ma nel come essa viene concretamente realizzata, e su questo ci concentreremo.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Democrazia e Costituzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...