Misuratori di Progresso

Nei Post  pubblicati fino a questo punto più volte abbiamo parlato di un insieme di indicatori in grado di descrivere il progresso della Nazione e che potrebbero facilmente essere usati per misurare l’efficacia dell’azione delle varie amministrazioni pubbliche ed in particolare delle politiche di Governo. Si potrebbe facilmente obiettare che tali indicatori sono difficili da selezionare ed i dati difficili da reperire e confrontare. Ciò è solamente in parte vero, a tal proposito si riporta un comunicato stampa emesso dal comitato di indirizzo del progetto BES dell’ISTAT.

 

Varati gli indicatori per misurare il benessere della società italiana

venerdì, 22 giugno 2012 

Nel giorno di avvio della Conferenza di Rio de Janeiro sullo sviluppo sostenibile, Cnel e Istat, in condivisione con la comunità scientifica e la società civile, hanno selezionato un set di 134 indicatori per rappresentare le 12 dimensioni del benessere equo e sostenibile definite lo scorso ottobre.

Il lavoro di selezione degli indicatori più significativi ha comportato un delicato equilibrio tra l’esigenza di misurare in maniera soddisfacente i 12 domini del benessere e la disponibilità di dati. L’obiettivo di questa iniziativa, del resto, non è quello di monitorare in modo esaustivo il tema di ciascun dominio – compito che richiederebbe un set molto più ampio di informazioni – ma di misurare gli aspetti che contribuiscono maggiormente a determinare il benessere individuale e sociale.

Lavorando in un’ottica di forte collaborazione e interazione con il Comitato Cnel-Istat, la Commissione di esperti ha identificato gli indicatori, sulla base di una chiara correlazione con il concetto di benessere (evitando tutti gli indicatori che possano prestarsi a letture ambigue): si va dal tasso di furti in abitazione alla disponibilità di verde urbano, alle emissioni di CO2 e altri gas clima alteranti, alla propensione alla brevettazione delle imprese, alla ricchezza netta media pro-capite, allo stato fisico e psicologico degli individui. La proposta sulle nuove misure del benessere è stata poi definitivamente approvata il 20 giugno all’unanimità dall’Assemblea del Cnel.

E’ previsto per dicembre il primo Rapporto Cnel-Istat sul benessere in Italia.

 

Scarica il Comunicato stampa.

 

I 134 indicatori organizzati per dimensione:

Ambiente

  1. Volume pro capite giornaliero di acqua potabile erogata
  2. Qualità delle acque costiere marine
  3. Qualità dell’aria urbana
  4. Disponibilità di verde urbano
  5. Aree con problemi idrogeologici
  6. Siti contaminati
  7. Aree terrestri protette
  8. Aree marine protette
  9. Aree di particolare interesse naturalistico
  10. Preoccupazione per la perdita di biodiversità
  11. Flussi di materia
  12. Energia da fonti rinnovabili
  13. Emissioni di CO2 e altri gas clima alteranti

 

Salute

  1. Speranza di vita alla nascita
  2. Speranza di vita in buona salute alla nascita
  3. Indice di stato fisico (PCS)
  4. Indice di stato psicologico (MCS)
  5. Tasso di mortalità infantile
  6. Tasso standardizzato di mortalità per accidenti di trasporto (15-34 anni)
  7. Tasso standardizzato di mortalità per tumore (19-64 anni)
  8. Tasso standardizzato di mortalità per demenza e malattie correlate (65 anni e più)
  9. Speranza di vita senza limitazioni nelle attività quotidiane a 65 anni
  10. Eccesso di peso: persone di 18 anni e più in sovrappeso o obese
  11. Fumo: persone di 14 anni e più che dichiarano di fumare attualmente
  12. Alcol: persone di 14 anni e più che presentano almeno un comportamento a rischio nel consumo di alcol
  13. Sedentarietà: persone di 14 anni e più che non praticano alcuna attività fisica
  14. Alimentazione: persone di 3 anni e più che consumano quotidianamente almeno quattro porzioni di frutta e verdura

 

Benessere economico

  1. Reddito medio disponibile aggiustato (pro-capite)
  2. Indice di disuguaglianza del reddito disponibile
  3. Indice di rischio di povertà relativa
  4. Ricchezza netta media pro-capite
  5. Indice di vulnerabilità finanziaria
  6. Indice di povertà assoluta
  7. Indice di grave deprivazione materiale
  8. Indice di qualità dell’abitazione
  9. Indice di valutazione soggettiva di difficoltà economica
  10. Incidenza di individui che vivono in famiglie senza occupati

 

Istruzione e formazione

  1. Tasso di partecipazione alla scuola dell’infanzia
  2. Quota di persone di 25-64 anni con almeno il diploma superiore
  3. Quota di persone di 30-34 anni che hanno conseguito un titolo universitario
  4. Tasso di uscita precoce dal sistema di istruzione e formazione
  5. Quota di giovani che non lavorano e non studiano (NEET)
  6. Persone di 25-64 anni che hanno partecipato ad attività di istruzione e formazione
  7. Livello di competenza alfabetica degli studenti
  8. Livello di competenza numerica degli studenti
  9. Quota di persone con alti livelli di competenza informatica
  10. Indicatore sintetico del livello di partecipazione culturale

 

Lavoro e conciliazione tempi di vita

  1. Tasso di occupazione 20-64 anni
  2. Tasso di mancata partecipazione al lavoro
  3. Percentuale di trasformazioni nel corso di un anno da lavori instabili a lavori stabili
  4. Percentuale di occupati in lavori a termine da almeno 5 anni
  5. Incidenza di lavoratori dipendenti con bassa paga
  6. Incidenza di occupati sovraistruiti
  7. Tasso di infortuni mortali e inabilità permanente
  8. Incidenza di occupati non regolari sul totale degli occupati
  9. Rapporto tra tasso di occupazione delle donne 25-49 anni con figli in età prescolare e delle donne senza figli
  10. Indice di asimmetria del lavoro familiare
  11. Quota di popolazione 15-64 anni che svolge più di 60 ore settimanali di lavoro retribuito e/o domestico
  12. Quota di lavoratori dipendenti coperti da contrattazione collettiva di secondo livello
  13. Quota di dipendenti che lavorano in una impresa dove è presente la RSU
  14. Percezione di insicurezza dell’occupazione
  15. Soddisfazione per il lavoro svolto

 

Relazioni sociali

  1. Indicatore sintetico di partecipazione sociale
  2. Fiducia generalizzata: quota di persone di 14 anni e più che ritiene che gran parte della gente sia degna di fiducia
  3. Organizzazioni non profit ogni 10.000 abitanti
  4. Cooperative sociali ogni 10.000 abitanti
  5. Quota di persone di 14 anni e più che hanno svolto attività gratuita per associazioni o gruppi di volontariato
  6. Quota di persone di 14 anni e più che nelle ultime quattro settimane hanno fornito aiuti gratuiti a persone (parenti e non) non conviventi
  7. Finanziamento delle associazioni
  8. Soddisfazione per le relazioni familiari
  9. Soddisfazione per le relazioni amicali
  10. Persone su cui contare: quota di persone di 14 anni e più che hanno parenti, amici o vicini su cui contare
  11. Attività ludiche dei bambini da 3 a 10 anni svolte con i genitori

 

Sicurezza

  1. Tasso di omicidi
  2. Tasso sui furti in abitazione
  3. Tasso sui borseggi
  4. Tasso sulle rapine
  5. Tasso di violenza fisica
  6. Tasso di violenza sessuale
  7. Percentuale di persone di 14 anni e più che si sentono sicure camminando al buio da sole nella zona in cui vivono
  8. Percentuale di persone di 14 anni e più che sono preoccupate (molto o abbastanza) di subire una violenza sessuale
  9. Percentuale di persone di 14  anni e più che hanno avuto paura di stare per subire un reato negli ultimi 12 mesi
  10. Percentuale di persone di 14 anni e più che vedono spesso elementi di degrado sociale ed ambientale nella zona in cui si vive
  11. Tasso di violenza domestica sulle donne

 

Benessere soggettivo

  1. Percentuale di persone di 14 anni e più che hanno espresso un punteggio di soddisfazione per la vita tra ‘8’ e ‘10’
  2. Percentuale di persone di 14 anni e più che si dichiara molto soddisfatta per il tempo libero
  3. Percentuale di persone di 14 anni e più che ritengono che la loro situazione personale migliorerà nei prossimi 5 anni

 

Paesaggio e patrimonio culturale

  1. Dotazione di risorse del patrimonio culturale
  2. Spesa pubblica comunale corrente pro capite destinata alla gestione del patrimonio culturale (musei, biblioteche e pinacoteche)
  3. Tasso di abusivismo edilizio
  4. Tasso di urbanizzazione delle aree sottoposte a vincolo paesaggistico
  5. Erosione dello spazio rurale da dispersione urbana
  6. Erosione dello spazio rurale da abbandono
  7. Presenza di paesaggi rurali storici
  8. Valutazione della qualità della programmazione dello sviluppo rurale in relazione alla tutela del paesaggio
  9. Densità di verde storico e parchi urbani di notevole interesse pubblico
  10. Consistenza del tessuto urbano storico
  11. Persone non soddisfatte della qualità del paesaggio del luogo di vita
  12. Preoccupazione per il deterioramento delle valenze paesaggistiche

 

Ricerca e innovazione                                    

  1. Intensità di ricerca: spesa per ricerca e sviluppo
  2. Propensione alla brevettazione
  3. Incidenza dei lavoratori della conoscenza sull’occupazione
  4. Tasso di innovazione tecnologica del sistema produttivo
  5. Tasso di innovazione di prodotto/servizio del sistema produttivo nazionale
  6. Specializzazione produttiva nei settori ad alta intensità di conoscenza
  7. Intensità d’uso di internet

 

Qualità dei servizi

  1. Indice di accessibilità agli ospedali provvisti di pronto soccorso
  2. Posti letto nei presidi residenziali socio-assistenziali e socio-sanitari
  3. Liste d’attesa: persone che hanno rinunciato a visita specialistica o trattamento terapeutico per la lunghezza delle liste d’attesa
  4. Percentuale di popolazione regionale servita da gas metano
  5. Percentuale di rifiuti urbani oggetto di raccolta differenziata sul totale dei rifiuti urbani
  6. Indice sintetico di accessibilità ad alcuni servizi
  7. Densità delle reti urbane di trasporto pubblico locale
  8. Indice di accessibilità alle reti di trasporto
  9. Presa in carico dell’utenza per i servizi per l’infanzia
  10. Presa in carico degli anziani per il servizio di assistenza domiciliare integrata
  11. Indice di sovraffollamento degli istituti di pena
  12. Percentuale di famiglie che denunciano irregolarità nell’erogazione dell’acqua
  13. Percentuale di rifiuti urbani conferiti in discarica sul totale dei rifiuti urbani raccolti
  14. Numero medio per utente delle interruzioni accidentali lunghe del servizio elettrico.
  15. Tempo dedicato alla mobilità

 

Politica e istituzioni

  1. Partecipazione elettorale
  2. Partecipazione civica e politica
  3. Fiducia nel Parlamento italiano
  4. Fiducia nel sistema giudiziario
  5. Fiducia nei partiti
  6. Fiducia nelle istituzioni locali
  7. Fiducia in altri tipi di istituzioni
  8. Donne e rappresentanza politica in Parlamento
  9. Donne e rappresentanza politica a livello regionale
  10. Donne negli organi decisionali
  11. Donne nei consigli d’amministrazione delle società quotate in borsa
  12. Età mediana dei parlamentari italiani
  13. Lunghezza dei procedimenti civili di cognizione ordinaria di primo e secondo grado
Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Democrazia e Costituzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...